logo k-factor
 

home

sitemap

login


la gamma

strutture sostegno per impianti a terra
strutture sostegno per impianti su tetto
trasformatori di isolamento BT
trasformatori in resina BT/MT
inverter solari
power level manager
pannelli solari monocristallini
pannelli solari policristallini
strutture di supporto modulari per impianti fotovoltaici

I pali di fondazione, a seconda della tipologia del terreno, possono essere

• a punta con profilo aperto (versioni “A”, più adatte a terreni compatti)

• a tubo con pali a vite elicoidale (versioni “K”, più adatte a terreni friabili, sabbiosi)

Ai pali di fondazione con profili aperti sono collegati, mediante bulloneria, i tubolari, definiti inferiori, che forniscono il piano di appoggio alla struttura metallica, e che costituiscono parte integrante della fondazione stessa. La struttura metallica vera e propria su cui sono fissati i pannelli fotovoltaici è stata pensata, progettata e successivamente costruita in moduli per potersi adattare, con grande elasticità, alle singole esigenze richieste sia dalla committenza (in funzione delle caratteristiche orografiche e geologiche del terreno), sia dalla diversa tipologia di pannelli fotovoltaici presenti sul mercato. La strutture modulari base sono progettate per installare sezioni di 20 e 24 moduli. E’ possibile comunque variare la lunghezza della sezione a seconda del numero di moduli richiesti in un caso specifico. Ogni gruppo di 4 pannelli è composto da due cavallotti trapezoidali che poggiano mediante una opportuna piastra forata sui tubolari inferiori, costituenti le fondazioni. I cavallotti, una volta fissati medianti viti zincate ai suddetti tubolari, sono uniti tra loro da longheroni o profili ad “U”, mediante rivetti a strappo anti svito, allo scopo di fornire i punti di appoggio per il fissaggio dei profili dei pannelli fotovoltaici. La flessibilità e l’elasticità del modulo è ulteriormente garantita dalla possibilità di variare il supporto ad “U” od i longheroni in funzione della diversa tipologia di pannelli fotovoltaici che il mercato offre, senza modificare i cavallotti trapezoidali di sostegno e di conseguenza senza alterare gli interassi ed il posizionamento dei pali di fondazione. Inoltre i rivetti a strappo anti svito in dotazione, garantiscono una ottima prevenzione, insieme alle reti di recinzione ed ai sistemi di sicurezza e di allarme, a possibili tentativi di furto. Infine, i cavallotti trapezoidali sono composti da due piedi di profilo di tubolare quadro di lunghezza differente con saldata ad una estremità la piastra forata di appoggio, e da un traverso di tubolare di sezione quadra fissato ai piedi mediante vite TE M10 zincata. La diversa lunghezza dei piedi impone una inclinazione di 30° del traverso e di conseguenza del piano di appoggio di tutti i pannelli fotovoltaici. L’inclinazione di 30° si è resa necessaria per garantire, a fronte delle diverse stagioni e conseguentemente dal diverso posizionamento del sole rispetto al piano dell’orizzonte, il compromesso di massimo rendimento. Con tale soluzione, la struttura metallica risulta essere più elastica alle richieste del cliente ed in particolare si adatta egregiamente alle diverse conformazioni del terreno. Tutta la struttura metallica, fondazioni comprese indipendentemente dalla tipologia del palo, ha subito un trattamento di zincatura a caldo per una garanzia di protezione nel tempo contro gli agenti atmosferici. Anche la componentistica e bulloneria conseguente, è stata trattata mediante zincatura a caldo.

struttura con pali a punta a profilo aperto palo fondazione P0001 cavallotto RS0006

struttura con pali a vite elicoidale palo elicoidale KR0001 prolunga C0001

tirante inferiore S1010 collegamento C1008

 

 

 

 

ELEMENTI COMUNI STRUTTURA – SUPPORTO PANNELLI E COLLEGAMENTO A FONDAZIONE
esempio montaggio pannelli e struttura sostegno montaggi struttura su pali supporto
colonna corta 1004 colonna corta 1005 traverso inclinato 1001-A

tirante inferiore S1202 esempio montaggio pannelli su supporto S1202